Inizia la battaglia. Tuonano i cannoni.

Inizia la battaglia. Tuonano i cannoni.

LAMANTIA Rosalba

Olio su tela, 100×70 cm

 

11_TuonanoICannoni

 

Tra le otto e le nove del mattino del 4 ottobre 1693 rullii di tamburi, squilli di trombe e grida, scossero gli Alleati: il nemico stava attaccando. Era l’inizio di quella che sarà ricordata come la Battaglia della Marsaglia.

Quando l’artiglieria alleata entrò in azione la nebbia copriva ancora il paesaggio, ma poco dopo svanì ed apparve l’esercito francese, che avanzava a piccoli passi, come in parata, fino a giungere sotto il tiro dell’artiglieria.

I cannoni sparavano a non più di seicento metri. I francesi impiegarono tre quarti d’ora per arrivare a portata di tiro.

L’esercito francese avanzava, su un terreno accidentato, sotto il fuoco dell’artiglieria. Ad ogni colpo di cannone si creava un grande vuoto nella cavalleria e nella fanteria. Risistemati gli schieramenti che tendevano a staccarsi dal corpo di battaglia e sostituiti i vuoti con le seconde linee, il Catinat diede ordine di entrare in azione con i cannoni. Il cannoneggiamento durò circa due ore e mezzo, provocando una vera strage da entrambe le parti.

Non appena il Catinat ritenne che l’esercito fosse in grado di iniziare l’attacco diede ordine ai generali La Hoguette e Vendôme di andare all’assalto, innescando la baionetta nella canna del fucile e procedere con il corpo a corpo.

 


LAMANTIA ROSALBA

Nasce in Sicilia nel 1960. Sin da piccolissima, prima in Svizzera e poi in Piemonte, sviluppa una grandissima passione per la pittura e il disegno. Negli anni ‘90 si avvicina alla pittura su ceramica interessandosi alla tecnica brasiliana (olio molle).  Frequenta lo studio della pittrice piemontese Mathi’. Nel 2006 frequenta il corso del pittore Carlo Caputo mettendosi alla prova nella riproduzione delle grandi opere del passato, da questo momento nasce in Rosalba l’esigenza di esprimere attraverso la pittura ciò che vi è in Lei di più intimo e personale. Oggi è impegnata nella sperimentazione di nuove tecniche pittoriche. I suoi lavori, intrisi di modernità, hanno abbondantemente superato certi stereotipi, giungendo a un livello di personalizzazione notevole.

I commenti sono chiusi.